Perchè rete ciclabile e non semplicemente pista ciclabile

Le scarse iniziative finora avviate sul fronte della mobilità ciclistica si sono limitate alla realizzazione di brevi tratti che non essendo collegati ad altri percorsi o integrati con altri mezzi sostitutivi rimangono inutilizzati nel tempo e rendono queste opere, agli occhi dei cittadini, fonte di inutile sperpero di denaro pubblico.

Solo quando siamo di fronte ad una rete stradale ciclabile che collega vari quartieri, zone industriali, stazioni, aeroporti, edifici comunali, scuole ci si può aspettare che i ciclisti scelgano di lasciare a casa l’auto e scegliere la bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano.

E’ importante che ciò si faccia fin dalla realizzazione dei primi percorsi individuando, in attesa della costruzione di altre tratte, degli itinerari condivisi con il traffico automobilistico lungo i quali la velocità viene controllata o limitata coattivamente. Alcune tratte potrebbero essere individuate tra stradine che, per loro dimensioni e caratteristiche, anche gli automobilisti più spericolati non potrebbero percorrere a velocità elevate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...